Aurelio Masoli è il nuovo Sales Director di madvertise

7. febbraio, 2017

il nuovo Sales Director di madvertise

Entra a far parte del team di Madvertise Aurelio Masoli nel ruolo di Sales Director. All’interno della società, Masoli avrà la responsabilità di coordinare il team Sales/Account e di supportare l’offerta di prodotti di mobile advertising premium e performance, concentrandosi su centri media e clienti diretti.
Nella concessionaria avrà l’opportunità di confrontarsi con una realtà internazionale focalizzata sul mobile e sull’innovazione delle sue soluzioni di prodotto.
Tommaso Rossi, Managing Director di Madvertise, racconta ad Engage: «Il Gruppo Madvertise a livello internazionale è cresciuto del 30% nel 2016 in termini di fatturato e si aspetta di chiudere il 2017 con una crescita del 70%. Proprio per supportare questo trend, è entrato nel nostro team Aurelio Masoli. Infatti, dopo il lancio di MAT madvertise Audience Targeting punteremo molto sullo sviluppo della tecnologia proprietaria e sulla parte media» (leggi l’articolo su Mat).
Masoli vanta esperienza nel panorama sales fin dagli anni Novanta. Dopo aver lavorato come Responsabile di un gruppo di agenti diretti in A. Manzoni & Co., nel 1992 approda a Il Sole 24 Ore, dove ricopre il ruolo di Sales Account Manager per più di 20 anni. Nel 2006 entra in Class, dove si occupa della gestione della rete agenti nazionale per la vendita del prodotto “servizi speciali” ed è a capo della testata Patrimoni; un anno dopo è Sales Account in Pixel Advertising. Dopo il ritorno a Il Sole 24 Ore in qualità di Web specialist, Aurelio lavora per un anno come Key Account Manager in Populis e dal 2015 come Responsabile Commerciale in 4Action Media.
«Sono orgoglioso di questa nuova opportunità che mi viene offerta. Il mobile, nella nostra vita di tutti i giorni ma soprattutto nella comunicazione, è già il nostro futuro. Io amo guardare sempre avanti ma con la consapevolezza e l’esperienza che ti arrivano dal passato», dichiara Aurelio.
Rossi precisa: «Sempre più vi è l’esigenza di evangelizzare e spiegare cosa sia oggi il mobile e quali vantaggi può portare sia alle aziende che al mercato che l’ha accettato solo in parte. Aurelio è sicuramente la persona adatta per questo difficile e sfidante obiettivo».

ENGAGE